Tesi sull’utilizzo delle casse automatiche

11263_348450118601338_692177908_n (2)Gentilissimi una laureanda sta scrivendo la tesi sull’utilizzo delle casse automatiche nei supermercati.

Se avete due minuti, vi chiedo di aiutarla rispondendo ad un questionario.

Sarà poi mia cura condividere con Voi risultati

https://unibocconi.qualtrics.com/jfe/form/SV_0wSlC2CpYYSrrIp

La quantità delle informazioni ne peggiora la qualità

certificata

Quotidianamente aumentano i dati e le informazioni che ci circondano e ci aggrediscono.

Purtroppo paradossalmente con il proliferare di dati ed informazioni assistiamo e subiamo sempre più notizie false e fake.

Nel primo trimestre del 2018 Facebook ha disattivato circa 583 milioni di profili falsi e 837 milioni di contenuti spam.

Il rapporto Global Risk già nel 2013 segnalava la disinformazione digitale tra i maggiori rischi a livello globale.

L’aumento di informazioni e dati aumenta il disordine delle informazioni ma diminuisce la nostra capacità di “informarci”

È paradossale.

E’ sempre più importante separare le notizie dalla pubblicità e dai fake, andare a fondo delle notizie, conoscere le fonti, verificarne la veridicità, in un mondo in cui più nulla è quello che sembra (nemmeno i curriculum).

Con queste premesse il compito di chi opera nell’informazione e di chi si rapporta con i consumatori sara sempre più “informare”, ovvero farsi garante e/o mezzo di informazioni in qualche modo certificate ed attendibili.

Primo articolo del blog

Eccomi a cominciare una nuova avventura, gestire “il mio blog”

Anzi non direi proprio nuova, chi non ha scritto un diario da giovane o ha tenuto un agenda con appunti di quello che gli interessava.

Ecco, vorrei cominciare un “diario” con appunti di quello che mi interessa il mondo dell’innovazione tecnologica sopratutto inerente il retail e più in generale notizie che riguardano il commercio.

Una raccolta di spunti, idee, notizie che mi interessano e spero possano interessare alcuni di quelli che mi leggeranno.

Per cominciare il titolo del blog …

Beh dopo tante idee (retail su, retail giu, retail del futuro, …) la scelta ricade sul mio nome e cognome …  in fondo scriverò cose che “mi interessano” sopratutto coinvolgono i miei interessi personali e lavorativi e quindi, senza pretendere titoli altisonanti o ad effetto mi metto in gioco personalmente.

Ecco questo per cominciare .. spero che TU che hai letto possa decidere di “seguirmi”.

Buona vita. Andrea Roagna