In evidenza

Gorillas inarrestabile, continuano gli accordi con supermercati

Scenario in “forte” accelerazione per Gorillas e la sua politica delle consegne “ultra veloci” nelle grandi città.

Gorillas porta a TRE le collaborazioni con i retailers in Europa.

Prossima tappa l’Italia ?

Gorillas & Jumbo Supermarkten

La catena di supermercati olandese Jumbo Supermarkten ha da poco annunciato una partnership con la startup “unicorno” tedesca di consegna rapida di generi alimentari Gorillas.

La collaborazione riguarderà i Paesi Bassi e la regione belga delle Fiandre.

Jumbo fornirà gran parte del suo assortimento ai Gorillas, compresi i prodotti a marchio del distributore e alcuni prodotti organici ed esclusivi La Place.

Annuncio della collaborazione

Jumbo e Gorillas sono convinti di poter trarre vantaggio dalle reciproche competenze rafforzando al tempo stesso la propria posizione di mercato.

I clienti Jumbo online nelle aree urbane avranno l’opportunità di ricevere i loro acquisti tramite Gorillas in pochi minuti.

Gorillas è già attivo in undici città olandesi e in due città del Belgio, e questo accordo stimolerà la crescita.

Collaborazione a lungo termine.

La partnership tra le due società si basa su una collaborazione a lungo termine ed ha una durata iniziale di diversi anni.

Servizio di alto livello

Il CEO Frits van Eerd: “In Jumbo osserviamo con grande interesse gli ultimi sviluppi nel mercato dello shopping online.

Nuovi entranti come i Gorillas portano un sacco di potere innovativo …

Notiamo che i clienti online nelle grandi città vogliono ricevere la spesa alla velocità della luce in determinati momenti.

I desideri del cliente sono sempre la priorità numero 1 in Jumbo ed è per questo che ci piace muoverci con i cambiamenti del mercato.

Attraverso questa collaborazione, possiamo espandere ulteriormente il nostro servizio e aumentare le opzioni per i nostri clienti online”.

In affari insieme

Il CEO e fondatore dei Gorillas, Kagan Sümer: “Meno di un anno dopo il lancio di Gorillas nei Paesi Bassi e in Belgio, sono estremamente orgoglioso di dare il via a questa partnership strategica con un nome familiare così affidabile.

Jumbo e Gorilla condividono molti valori comuni; siamo imprenditori nel cuore dediti a offrire la migliore esperienza possibile ai nostri clienti innovando continuamente.

Questa collaborazione porterà un valore senza precedenti ai clienti di Jumbo e Gorillas.

Avranno accesso alla vasta gamma di prodotti di qualità di Jumbo tramite l’app dei Gorilla e i clienti online di Jumbo avranno presto l’opportunità di ricevere la spesa a domicilio in pochissimo tempo.

Sono convinto che possiamo imparare molto dai reciproci punti di forza e non vedo l’ora di stabilire insieme un più veloce.

Gorillas & Tesco

Gorillas e Tesco il 28 ottobre 2021 hanno annunciano un progetto pilota di partnership per offrire consegne di generi alimentari istantanee ai consumatori nel Regno Unito (secondo le modalità tipiche di Gorillas).

La partnership ha segnato una prima mondiale sia nel settore delle consegne rapide che nel settore della vendita al dettaglio.

Casino Group & Gorillas

Unendo le forze, Casino Group e Gorillas dimostrano un’ambizione condivisa di diventare i principali attori del settore on-demand istantaneo sia nel mercato francese che in quello europeo.

Con questa partnership, Casino Group rafforza la leadership di Monoprix & Franprix nei centri città e Gorillas accelera ulteriormente la sua crescita nel mercato francese.

Casino Group ha messo a punto un accordo (che stando alle informazioni presenti sul sito di Gorillas dovrebbe essere operativo da fine anno 2021)

Anche in questo caso Casino Group offre a Gorillas l’accesso ai suoi prodotti di marchi nazionali, ma anche ai prodotti a marchio del distributore di alta qualità di Monoprix, che saranno disponibili tramite l’app gorilla e consegnati in pochi minuti ai clienti di Parigi, Lille, Bordeaux, Lione e Nizza.

Casino Group sarà associato alla creazione di valore attraverso una partecipazione in Gorillas Technologies France e in Gorillas Technologies GmbH, a livello di gruppo in Germania.

“Questa collaborazione tra Casino Group e Gorillas è particolarmente entusiasmante: stringendo una partnership esclusiva e acquisendo una partecipazione in Gorillas, leader nel commercio rapido, Casino Group sta ancora una volta rafforzando la sua strategia di distribuzione omnicanale, continuando anche a soddisfare meglio le esigenze dei suoi clienti.

Kağan SÜMER, fondatore e CEO di Gorillas, ha dichiarato: “Dall’inizio delle operazioni in tutta la Francia, abbiamo osservato una risposta incredibilmente positiva da parte dei consumatori francesi che sottolinea l’elevato potenziale di mercato che ci attende.

Sono entusiasta di annunciare un’alleanza così positiva con uno dei marchi più amati in Francia, e sono convinto che questa sia una pietra miliare fondamentale per entrambe le nostre aziende che porterà un valore senza precedenti alle nostre comunità fornendo loro un accesso immediato ai bisogni essenziali”.

Queste alleanze sono destinate a stimolare altri futuri scenari e soprattutto danno una diversa prospettiva alle consegne rapide offrendogli una più ampia prospettiva.

E il Italia ? Si farà un accordo con VèGè ?

Retail i dati dei principali gruppi Italiani

Contesto nazionale

Reatil
Prosegue l’analisi del mercato Retail con le specifiche italiane

Il fatturato aggregato dei maggiori operatori della Gdo italiana, rappresentativi del 72% del mercato della Gdo alimentare nazionale, è aumentato nel 2016 del 2,5%, passando da 56,7 a 58,1 mld, ovvero lieve aumento della concentrazione delle vendite.

Il record di crescita spetta ai discount: Lidl Italia (+8%) ed Eurospin Italia (+6,8%) distanziando Esselunga (+4,4%).

Sono in regresso gli operatori francesi con Carrefour che cede lo 0,9% e Auchan SMA il 3,3% e il Gruppo Pam che cala dell’1,9%.

I gruppi cooperativi Coop (cooperativa di consumatori) e Conad (cooperativa di dettaglianti), entrambi aderenti alla Lega coop, segnano ricavi aggregati (relativi alle principali società del Gruppo) pari, rispettivamente, a 11,2 e a 8,1 miliardi. Nel caso di Conad, si tratta prevalentemente di vendite all’ingrosso ….

L’aggregato Selex ha realizzato ricavi per 8,9 miliardi.

L’intera rete di vendita di Coop, Conad e Selex ha conseguito nel 2016 fatturati al lordo di IVA, pari rispettivamente a 14,5, 12,4 e 10,4 miliardi di euro.

Esselunga resta il primo operatore individuale con vendite nette pari a 7,5 mld,
seguita da Carrefour a 4,9 mld che precede di poco Eurospin a 4,7 mld; Lidl Italia a 4 mld ha raggiunto gli stessi livelli di Auchan-SMA che segna una forte riduzione dai 5,1 mld del 2012.

Più contenuta la dimensione di Iper – Unes (2,6 mld) e del Gruppo Pam (oltre 2,3 mld).

La presenza nell’ e-commerce appare ancora limitata e poco documentata: essa rappresenta per Esselunga il 2,1% del fatturato (158 milioni di euro) contro il 4%-5% dei principali player internazionali, tra i quali la francese Casino è al 5%, la statunitense Target al 4,4% e la olandesebelga Ahold Delhaize al 4%.

Esselunga si conferma il gruppo più efficiente nel 2016 con oltre 16 mila euro di vendite per metro quadro.

Tra i restanti operatori le Coop segnano vendite al mq pari a 6,7 mila euro, seguite da Iper – Unes a 6 mila euro (dato 2015) e Conad a 5,8 mila euro.

La redditività industriale (ebit margin, rapporto tra margine operativo netto e fatturato) pone Esselunga al vertice della classifica del 2016 con il 6%, seguita da Eurospin (5,6%) e Lidl Italia (3,7%) che precede di poco Iper – Unes (3,4%).

Su livelli intermedi si collocano Selex (2,9%) e Conad (2,5%),seguiti dal Gruppo Pam (0,9%). Hanno riportato margini negativi Carrefour (-0,5%), le Coop (-0,9%) e
Auchan-SMA (-3,7%).

Hanno chiuso il 2016 con una perdita netta i gruppi francesi (Roe di Carrefour a
-22,6% e di Auchan-SMA a -5,5%) e le Coop (-0,1%).

Il maggiore Roe è ottenuto da Lidl Italia (23,2%) e da Eurospin (20,9%), davanti a Esselunga (12,9%), Iper-Unes (12,4%) e Conad (10,6%). Più contenuto il risultato di Selex (Roe al 7%) e modesto quello del Gruppo Pam (2,2%).

In cinque anni (2012-2016) l’aggregato delle maggiori “Coop” ha cumulato utili per 90 milioni, provenienti da proventi finanziari netti per 1.405 milioni, margini industriali negativi per 130 milioni e proventi non ricorrenti per 197 milioni, a fronte di svalutazioni finanziarie per 1.006 milioni e imposte per 376 milioni. I finanziamenti da soci sono in diminuzione del 5%, da 10,7 miliardi nel 2015 a 10,2 miliardi nel 2016. Il portafoglio degli investimenti finanziari è pari a 10,5 miliardi, composto da
titoli non immobilizzati per 6,3 mld (-9,1% sul 2015; di cui il 77% in titoli di Stato e obbligazioni), partecipazioni per 2,3 miliardi e titoli immobilizzati per 1,9 miliardi. Le disponibilità di cassa ammontano a 2,1 miliardi.

Il sistema delle otto maggiori cooperative territoriali di dettaglianti a
marchio “Conadha cumulato negli ultimi cinque anni utili per 796 milioni, ovvero 8,8 volte quanto realizzato dalle maggiori Coop, rivenienti da margini industriali per 931 milioni di euro, proventi  finanziari per 25 milioni, proventi non ricorrenti per 28 milioni e imposte per 188 milioni. Le disponibilità di cassa ammontano a 864 milioni.

– fonte area studi Mediobanca